Not Safe For Work

Not Safe For Work

venerdì 8 aprile 2016

Ruoli Bdsm

Dominant: Una persona (su Fetlife si intende di genere maschile visto che esiste l’omologo Domme, ma in altri contesti Dominant può essere usato indifferentemente per uomini o donne) che assume il controllo sessuale (e non solo) di un partner sottomesso, seppure non in maniera totalizzante e comunque con dei limiti (temporali e/o spaziali) definiti da entrambe le parti. Di solito, al di là di quei limiti (sessione) il Dominante e il/la sottomesso/a interagiscono come pari.

Domme
: Una persona (su Fetlife si intende di genere femminile visto che esiste l’omologo Dominant, ma in altri contesti Dominant può essere usato indifferentemente per uomini o donne) che assume il controllo sessuale (e non solo) di un partner sottomesso, seppure non in maniera totalizzante e comunque con dei limiti (temporali e/o spaziali) definiti da entrambe le parti. Di solito, al di là di quei limiti (sessione) il Dominante e il/la sottomesso/a interagiscono come pari.

Switch: Una persona che ama alternare situazioni in cui ha un ruolo Dominante con altre in cui ha un ruolo sottomesso. Tale alternanza di ruoli si può verificare in vari modi: con partner diversi, anche in tempi diversi (A era dominante con il vecchio partner B, ma è sottomesso con il nuovo partner C) o con partner diversi contemporaneamente (A è dominante con il partner B e sottomesso con il partner C, avendo una relazione contemporanea con entrambi) o all’interno della stessa relazione con l’altro partner (A e B sono entrambi switch e possono alternare momenti in cui l’uno o l’altro assumono il ruolo dominante e l’altro quello sottomesso).

Submissive: Una persona (in inglese il termine si applica a persone di qualunque genere, mentre in italiano si distingue tra sottomesso e sottomessa) in un rapporto di Dominazione/Sottomissione (la parte DS del BDSM), ma spesso si usa per indicare una persona che cede il controllo su alcuni diritti per un periodo limitato al suo Padrone/a, di solito per la durata della sessione. A differenza del rapporto Master/Mistress-schiavo/a qui ci sono dei limiti sia come attività che come durata. Il/la sub non è sotto il controllo totale del suo Padrone/a. Si sottomette solo fino ad un certo punto (quale sia questo punto dipende dalle due persone coinvolte).

Master: Una persona (di genere maschile) che assume il controllo totale di uno/a slave (Total Power Exchange), al punto da non avere mai interruzioni del rapporto di Dominazione/sottomissione. Il rapporto è di tipo 24/7 e potrebbe essere paragonato, come importanza e impegno, ad un matrimonio.

Mistress: Una persona (di genere femminile) che assume il controllo totale di uno/a slave (Total Power Exchange), al punto da non avere mai interruzioni del rapporto di Dominazione/sottomissione. Il rapporto è di tipo 24/7 e potrebbe essere paragonato, come importanza e impegno, ad un matrimonio.

Slave: Una persona (in inglese il termine si applica a persone di qualunque genere, mentre in italiano si distingue tra schiavo e schiava) che cede il controllo in via definitiva e totale ad un Master/Mistress. Il rapporto è di tipo 24/7 e potrebbe essere paragonato, come importanza e impegno, ad un matrimonio. Lo/a schiavo/a è OBBLIGATO ad eseguire gli ordini ricevuti e deve chiedere permesso per fare tutto ciò che non gli viene ordinato. Per questo non ha nessun diritto. La schiavitù è il dono più grande che una persona possa offrire ad un’altra all’interno di un rapporto BDSM. La schiavitù è un rapporto senza limiti prefissati e senza limiti di tempo. Nella stragrande maggioranza dei casi il rapporto inizia in maniera molto formale (la cerimonia di collarizzazione) e spesso entrambi firmano un contratto in cui espongono i propri ruoli e i propri doveri/diritti. A questa categoria appartengono i rapporti Gor.

Pet: è un termine molto meno formale e, di solito, indica un rapporto simile ad uno slave in addestramento. E’ anche utilizzato spesso come nomignolo da chi fa pet play.

Kajira: una kajira è il nome dato dallo scrittore John Norman ad una schiava all’interno dei suoi romanzi della saga di Gor. Le schiave goreane sono addestrate ad essere totalmente obbedienti ai loro padroni. Una buona kajira è bella, obbediente e in grado di essere una fonte di divertimento e piacere. Sebbene una schiava non possegga nulla, il suo valore è dato dalla sua bellezza e dalle sue capacità e può essere venduta come qualsiasi altra proprietà. Questa parola non ha quasi alcuna funzione pratica nel mondo reale, per lo meno con la definizione data qui sopra, considerando le difficoltà oggettive di mettere in pratica questo credo nella società moderna. E’ solitamente usato nei giochi di ruolo goreani online e durante riunioni private di persone con mentalità simili.

Kajirus: è la controparte maschile della kajira. Poiché il mondo di Gor è un mondo Maledom (ovvero dove gli uomini sono considerati superiori per definizione) i kajirus non sono considerati altrettanto preziosi quanto le kajira.

Top: E’ un termine generico che indica una persona (di qualunque genere) che ha un ruolo attivo durante una determinata pratica, anche se non vi è un rapporto di Dominazione/sottomissione in atto tra le due persone. Un esempio di Top è un rigger/bondager o un sadico.
Bottom: E’ un termine generico che esprime l’inferiorità di una persona (di qualunque genere) al suo Top. Il bottom può essere un masochista, un sub o uno slave. Un esempio di Bottom è una bondagette.

Sadist: In ambito BDSM viene definita così una persona (di qualunque genere) che, indipendentemente dall’interesse per la Dominazione, prova piacere nell’infliggere dolore ad una persona masochista. La base dello scambio di sensazioni dolorose è quindi, sempre, la consensualità. Una persona che ama far male a qualcuno di non consenziente o al di là (per durata temporale o intensità) di quanto concordato è un abuser.

Masochist: In ambito BDSM viene definita così una persona (di qualunque genere) che, indipendentemente dall’essere sottomesso/a a qualcuno, prova piacere nel ricevere dolore in maniera consensuale da un’altra persona (es. un Top) con cui vi è un rapporto di fiducia. In mancanza di un qualsiasi tipo di rapporto caratterizzante (in pratica, se per il masochista non è assolutamente importante chi sia la persona a dargli dolore e chiunque potrebbe andar bene) si è in una situazione che va al di là del BDSM.

Sadomasochist: in ambito BDSM viene definita così una persona (di qualunque genere) che, indipendentemente dall’essere Dominate e/o sottomesso/a a qualcuno, prova piacere nel dare e ricevere dolore in maniera consensuale ad un’altra persona con cui vi è un rapporto di fiducia. E’ l’equivalente di uno switch per quanto riguarda i rapporti di Dominazione/sottossione.
Ageplayer: una persona (di qualunque genere) che ama rapporti con persone molto più vecchie o più giovani. L’ageplay non ha nulla a che fare con l’abuso di minore in quanto entrambi le persone sono consapevoli della loro reale età e sanno distinguere il ruolo di adulto/a e quello di bambino/a.

Daddy: una persona (di sesso maschile) che ama rapporti con persone molto più giovani, assumento il ruolo, figurato o no, di una figura paterna. Il Daddy assume volentieri il compito di guida e di formatore nei confronti di una babygirl. Le relazioni Daddy/babygirl non hanno nulla a che fare con l’incesto: sono molto simili alle relazioni Dom/sub con una maggiore enfasi da parte del Daddy sulla parte affettiva, sull’accudimento, sulla formazione.

Babygirl: una persona (di sesso femminile) che ama rapporti con persone molto più vecchie, assumendo il ruolo di bambina (riflettendosi ad una specifica fascia d’età che può variare da persona a persona). Una babygirl ammira e rispetta il suo Daddy, richiede da lui molte attenzioni ed affetto, desidera imparare dal suo Daddy quante più cose possibili, spesso in più ambiti e senza alcun legame con il rapporto sentimentale/affettivo/sessuale con il Daddy.

Brat: una bottom di sesso femminile che ama ribellarsi al controllo o sfidare il Top. La varietà delle brat va da quelle spocchiose alle cosiddette S.A.M. Smart Ass Masochist (ovvero una bottom che, piuttosto che sottomettersi, sfida o provoca un Dom per farsi punire). Alcune brat tendono a mettere alla prova i propri Dominanti, altre desiderano essere “conquistate e domate”, mentre altre semplicemente non amano essere controllate.

Hedonist: una persona (di qualunque genere) che ricerca il piacere in qualunque forma ed è meno vincolata da ruoli o definizioni.
Fetishist: Un feticista è una persona (di qualunque genere) che ha una passione, che diventa anche oggetto di attenzioni sessuali, per un indumento (es. calze o scarpe di un determinato tipo), parte del corpo (seno, piedi, etc) o situazione reale o immaginaria.

Kinkster: Una persona (di qualunque genere) che ama e partecipa regolarmente in situazioni sessuali considerate “kinky”. Spesso è un termine usato per indicare qualcuno che, pur essendo attratto da queste pratiche, non ne ha preso piena consapevolezza e ci si abbandona in modo puramente “istintivo”.
Vanilla: una persona (di qualunque genere) che non è interessata a pratiche BDSM.

Unsure: una persona che non è sicura di come definirsi. Di solito sono kinkster che stanno valutando il proprio ruolo in modo più approfondito.

http://www.alcova.biz/blog/i-termini-relativi-al-genere-orientamento-sessuale-e-ruoli-del-bdsm/

Nessun commento:

Posta un commento

Copyright

Copyrighted.com Registered & Protected 
9659-NUMU-ZC4E-QPRG